Soggetto produttore: Coordinamento donne lavoro cultura Consistenza 33 faldoni, di cui uno di fotografie, più una scatola di audiocassette, cdrom, vhs e dvd, e un rotolo di fogli di comunicazione (100x70 cm). Una raccolta di manifesti Tipo di documentazione e supporto: documenti, volantini, brochure, dattiloscritti, manoscritti, fotografie, audioregistrazioni, periodici, manifesti ecc. Ambito geografico Genova, Italia, Europa periodo Anni Ottanta - Duemila

Precedente parziale descrizione (anni Novanta) con il software Lilarca, prodotto dalla Rete Lilith





Il Coordinamento Donne Lavoro Cultura di Genova nacque come associazione culturale nel 1983. Il nucleo fondatore proveniva dal Coordinamento Donne FLM (Federazione Lavoratori Metalmeccanici) che, a partire dal 1976 e per diversi anni consecutivi, aveva organizzato seminari 150 ore di e per sole donne, lavoratrici e casalinghe. Il CDLC ha continuato ad organizzare seminari di 150 ore anche dopo che la scissione delle tre Confederazioni mise fine all’esperienza dell’FLM (1983). Nel corso degli anni Ottanta e Novanta è stata una organizzazione femminista molto attiva e presente con molteplici iniziative politiche e culturali sul territorio genovese, in collaborazione con altre organizzazioni. Dalla fine degli anni '80 il CDLC ha assorbito e gestito la "ginnastica psicofisica" del gruppo "Donne insieme" di Mara Tommei, basata su tecniche di consapevolezza corporea mutuate da varie discipline (Yoga, ginnastica dolce, shiatsu, ecc.). I corsi si svolgevano in palestre prese in affitto o concesse dai centri civici sul territorio ed arrivavano a contare più di 1200 iscritte ogni anno. Il CDLC ha fondato nel 1992 il Centro di Documentazione ed Archivio, con il quale ha partecipato attivamente alla Rete Lilith, (www.retelilith.it, sito parzialmente ancora attivo) Rete di Centri di documentazione, Archivi e Biblioteche delle donne diffusa su tutto il territorio nazionale. Ha istituito la Borsa di studio in storia delle donne "Mirella Rimoldi" (1996) e collaborato con l'Istituto di Storia contemporanea dell'Università di Genova. L'attività del Centro di Documentazione e Archivio era rivolta alla raccolta, conservazione e diffusione della produzione culturale e politica del movimento delle donne a partire dagli anni ’60. Sono stati raccolti fondi documentari appartenenti a singole donne, a testimonianza dei diversificati percorsi politici del femminismo, e organizzate numerose attività intorno ai temi della memoria e della storia delle donne, anche in collaborazione con altre associazioni. Esempi sono la mostra documentaria “La storia siamo noi ... nessuno si senta escluso” (1999) o il Convegno Internazionale "Punto G: Genere globalizzazione. Per una società di donne e uomini equa, solidale, pacifica e democratica" (giugno 2001).

Nel 2007 il Coordinamento Donne Lavoro Cultura si è sciolto, dando origine ad altre tre associazioni. Il patrimonio documentario e archivistico del CDLC è rimasto all'Associazione Archinaute, che lo ha donato nel 2010 all'Archivio dei movimenti.



 



 




Contenuto del fondo contenuto
logo

Home
Associazione per un archivio dei movimenti

fondi Fondo "Archinaute". Subfondo Coordinamento donne lavoro cultura