Soggetto produttore/conservatore Francesca Dagnino (Genova, 1947) Data/date anni ’60-‘70 Consistenza 2 faldoni Tipo di documentazione e supporto: periodici e supplementi periodici, ritagli stampa, documenti. Originali, alcuni in copia. Supporto cartaceo. Ordinati tematicamente. Ordinamento originario, descrizione di Virginia Niri Ambito geografico Genova

Francesca Dagnino nasce a Genova 1947, laureata in Giurisprudenza. Si iscrive all’UGG (Unione Goliardica Genovese) e partecipa attivamente al movimento studentesco dal 1967 sia a Balbi (Facoltà umanistiche) che nelle Facoltà Scientifiche. Nel 1971 aderisce e diventa attiva militante del Manifesto. Nel 1972-73 partecipa alla nascita del Collettivo Femminista del Manifesto, che un anno dopo, diventerà Collettivo Femminista Genovese, rendendosi autonomo. Continua, con meno vigore, la militanza nel Manifesto, poi nel PDUP sino agli anni del riflusso (1976-1977). Nel 1977 decide di fare un’esperienza di lavoro in Mozambico, divenuto da poco indipendente dal Portogallo, con il suo compagno Bruno Piotti, e dal 1979 per 27 anni vive e lavora in Africa in diversi paesi (Mozambico, Zaire, Zimbabwe, di nuovo Mozambico).Tornata a Genova nel 2006, partecipa alla creazione dell’Associazione per un Archivio dei movimenti.

Il nucleo documentario consiste nei documenti raccolti prima (rubrica di Pasolini su Vie Nuove) e durante la militanza nel Manifesto, alcuni documenti del Collettivo Femminista (“Sulla questione femminile” primo documento del collettivo femminista del Manifesto).




Contenuto del fondo contenuto
logo

Home
Associazione per un archivio dei movimenti

fondi Fondo "Movimenti e militanti". Subfondo Francesca Dagnino. Anni Settanta